NUOVO MASCHERINO - CIRCOLO DEL CINEMA


martedì 27/02-Tentazioni d'amore

 

 

 

la locandina del film

TENTAZIONI D'AMORE

Usa 2000 - dur. Regia di E. Norton

Con E. Norton, B. Stiller e J. Elfman.

Una ragazza (Jenna Elfman) torna a New York e ritrova due amici dei tempi della scuola (elementare) che nel frattempo sono diventati l'uno un rabbino ebreo (Ben Stiller) e l'altro un prete cattolico (Edward Norton). L'amicizia ritrovata è messa a dura prova dall'amore che si insinua nei tre protagonisti. Il triangolo amoroso è del tipo lui ama lei, l'altro ama lei e lei ... ama uno dei due.

una scena del film

Il film è una commedia molto divertente. Possiede un suo giusto ritmo che tiene sempre desta l'attenzione dello spettatore. L'elemento centrale del film è la tolleranza. Tolleranza e apertura verso l'altro, il diverso. Il tutto con naturalezza. Così si vede il rabbino che assiste ai sermoni dell'amico cattolico e il prete sedere sempre in sinagoga con in testa il cappellino tipico quando l'amico celebra le sue funzioni. Il film è anche una storia d'amore. Non per nulla lo slogan con cui il film è stato lanciato in America recitava "If you have to believe in something, you might as well believe in love", che più o meno corrisponde a "Se devi credere in qualcosa, potresti allo stesso modo credere nell'amore." Una bella storia d'amore, un amore convenzionale vissuto da persone non convenzionali.

una scena del film

Ed ancora Edward Norton descrive in modo non stereotipato le difficoltà di un giovane prete cattolico nella New York moderna. Già, New York. Per una storia d'amore è il palcoscenico ideale. Sobrio, misurato, divertente, che altro dire. Come ciliegina sulla torta il regista ci regala le piccole apparizioni di Anne Bancroft, Eli Wallach e Milos Forman. Sorprendenti gli attori. Jenna Elfman, in particolare, è totalmente diversa rispetto alla bruttina fidanzata che interpretava in " Ed Tv". Prima di chiudere, a suggello della vis comica che si respira nel film, ci piace ricordare quella che riteniamo essere la battuta più divertente: "Non urlavo così da quando la nazionale di hockey ha battuto la Russia". Nuovo mascherino Circolo del cinema

 

 

 

torna alla pagina precedente